Stai visitando l'archivio per lista partecipata nazionale.

II° incontro nazionale a Bologna

8 febbraio 2012 in Democrazia Diretta, Eventi, Senza categoria

Per una lista civica nazionale

da sergio

Trovare una Convergenza!

30 agosto 2011 in Appelli, Parliamone insieme, Politica, Votazioni

Riportiamo volentieri questo appello all’unità, pubblicato qualche giorno fa su facebook, perchè esprime lo stesso spirito della RETE DEI CITTADINI, che dalla sua nascita ha l’obiettivo di “unire nelle diversità“. E’ oggi più che mai necessaria un’ampia convergenza tra le forze che vogliono cambiare l’attuale sistema politico, una federazione trasversale agli schieramenti di destra, centro e sinistra, che sia in grado di rispondere ai gravi problemi che sta attraversando il nostro paese.

Indignados… Lista Partecipata Nazionale… Lista Civica Nazionale… Quarto Polo… trovare una Convergenza!
di Moreno Esposto

Rivolgo questo messaggio alle diverse realtà aggregative che soprattutto attraverso lo strumento del web si stanno organizzando in liste civiche, coordinamenti politici per la democrazia diretta, entità che si prefiggono lo scopo di dare voce ai cittadini, alle persone comuni.

L’emergere contemporaneo e molto spesso indipendente l’una dall’altra di tali realtà è sicuramente un fatto positivo, in quanto testimonia un crescente bisogno avvertito nelle persone comuni di partecipare direttamente alle scelte generali che riguardano tutti noi, la nostra vita quotidiana; testimonia come si stia Continua a leggere questo articolo →

da tommaso

Non è ora di indignarsi?

31 luglio 2011 in Articoli, Democrazia Diretta

Non ci si indigna più…. e ancora, forse, non abbiamo toccato il fondo..
di Alessandro Lunetta – RETE DEI CITTADINI, dal blog Tra il reale e l’immaginario

Ormai il degrado della vita politica ed istituzionale è ad un tale livello, che si fa fatica ad indignarsi per qualcosa… l’affitto in “nero” di Tremonti, proprio Lui, il ministro dell’economia e dei Tagli, che si “dimette da inquilino” mentre forse si dovrebbe “dimettere da ministro”? Il processo lungo-breve (a seconda delle necessità) ad personam ad opera di “tiramolla Angelino” e dei suoi successori? Gli scandali bipartisan che interessano PDmenoelle e PDL ma anche Lega e cespuglietti vari? Le misure di tagli sempre e solo indirizzate ai cittadini meno abbienti? L’investitura a ministro di persone di dubbia rettitudine morale? La scomparsa endemica del concetto di “bene comune?” La demolizione totale dei beni ambientali ed artistici in Italia? E poi le incongruenze dei politici che dovrebbero fare opposizione, ad esempio le esternazioni di Vendola, da un lato il più fiero oppositore del Berlusconismo, dall’altro capace di parlare con una vena di “tenerezza” del cavaliere, di Alfano e di altri personaggi che il popolo dei “Vendoliani” manderebbe volentieri “al rogo” ecc…ecc…ecc… Continua a leggere questo articolo →