Stai visitando l'archivio per agcom.

L’illusione della democrazia

18 febbraio 2013 in Comunicati Stampa

In tre anni non è cambiato nulla. RETE DEI CITTADINI continua a scontrarsi con l’illegalità diffusa nella gestione della campagna elettorale, dai cartelloni per i manifesti elettorali fino agli spazi televisivi e mediatici: le tv e la stampa ignorano o, meglio, nascondono l’esistenza di RETE DEI CITTADINI.
Non è facile dimostrare una volontà premeditata dietro questa censura, ma il risultato è davanti agli occhi di tutti: le elezioni saranno falsate in quanto i cittadini non sono stati informati correttamente sui partecipanti alle elezioni. Basta fare un semplice sondaggio per strada per verificarlo.
Per questi motivi abbiamo denunciato l’AGCOM e il CORECOM che avrebbero il compito di vigilare sul rispetto della legge sulla par condicio: all’AGCOM non hanno neanche avuto la decenza di riceverci.
I cittadini coinvolti nella campagna elettorale di RETE DEI CITTADINI si sentono frustrati dall’impossibilità oggettiva di avere una partecipazione democratica alle elezioni. In un paese dove tutto il sistema mediatico è concentrato a dare forza ai soliti noti o a chi ha i soldi non si può avere democrazia.
Le persone sono sempre più deluse e si allontanano dalla vita politica del proprio paese.
Noi vogliamo fare un appello al senso di giustizia e di dovere in ognuno dei giornalisti e operatori dei media: ribellatevi allo stato di schiavitù in cui pochi potenti vi stanno mantenendo! La vostra libertà non può avere un prezzo, la libertà di tutti noi non si compra!
L’informazione libera ed oggettiva è alla base del sistema democratico. Se manca quella siamo rovinati.

Ufficio stampa RETE DEI CITTADINI
rdclazio@gmail.com
www.retedeicittadini.net
3477529602
fax 0694443301

da tommaso

RETE DEI CITTADINI chiede chiarezza all’AGCOM

13 febbraio 2013 in Comunicati Stampa

COMUNICATO STAMPA: Regionali Lazio: RETE DEI CITTADINI chiede chiarezza all’AGCOM

Venerdì 15 Febbraio 2013 ore 11:00 alcuni rappresentanti e sostenitori di RETE DEI CITTADINI saranno in negli uffici romani dell’AGCOM, via Isonzo 21/B. Chiederanno di essere ricevuti per chiarire le rispettive posizioni in merito alla legge sulla “Par Condicio”.

Non è escluso che, nel caso venga rifiutato l’incontro, sarà valutata la possibilità di azioni per concretizzare le sanzioni previste dalla legge ed il riequilibrio dei tempi e delle modalità della presenza televisiva di RETE DEI CITTADINI, forza politica in regola per le imminenti elezioni regionali del Lazio.

Tutte le testate editrici/emittenti radio/Tv sono invitate a presenziare l’evento che certamente non mancherà di creare scalpore e scandalo in un momento di così alta tensione emotiva della cittadinanza alle prese con l’attuale cruda e durissima crisi economica in cui si chiede più che mai chiarezza e trasparenza.

RETE DEI CITTADINI questo tenta di fare, ma di fatto viene impedita, ancor più grave, da chi istituzionalmente avrebbe il compito di agevolare tutte le forze politiche al pari accesso alla visibilità e la pluralità dell’informazione al cittadino/elettore durante la campagna elettorale.

Orazio Fergnani,  AlbaMediterranea – RETE DEI CITTADINI

Ufficio media RETE DEI CITTADINI
Laura Raduta 333 2365729 – Casimiro Corsi 347 7529602 – Luciano Masi 331 8398267
e-mail rdclazio@gmail.com – fax 06 94443301 – website www.retedeicittadini.net

Non è un déjà vu

9 febbraio 2013 in Comunicati Stampa

Oggi è stata depositata da nostri attivisti e candidati, presso i carabinieri, una denuncia contro il presidente dell’Agcom, direttore della R.A.I, direttore del Tg1, Tg2, Tg3 ed altri. Perchè la storia si ripete!

Come 3 anni fa, RETE DEI CITTADINI  partecipa alle elezioni regionali del Lazio, con il suo candidato alla presidenza, Pino Strano. Come 3 anni fa dobbiamo urlare e sgomitare per un diritto, il nostro diritto, di poter far sapere ai cittadini la nostra esistenza. Come possono i cittadini votare in libertà e senza condizionamenti se non sono informati su chi partecipa alle elezioni in maniera chiara e soprattutto equa tra i partecipanti?
Come fa la maggioranza degli italiani che si informa solo attraverso la tv a sapere quanti sono i candidati e cosa propongono? Continua a leggere questo articolo →

Questo sito utilizza cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti ad utilizzare dei cookie. Maggiori informazioni | Chiudi