Programma: Formazione, Informazione e Cultura (2)

Programma: Formazione, Informazione e Cultura (2)

Manifesto

Bozza completa aggiornata al 20 maggio 2012

11) Telecomunicazioni e informazione

L’informazione e la comunicazione sono un diritto per tutti, non un privilegio
Un’informazione libera da condizionamenti dei poteri politici ed economico-finanziari
Trasparenza e informazione, per formare cittadini dotati di senso critico e senso civico (H, J)

– Tutte le reti comuni di comunicazione e simili devono essere di libero accesso e non possono essere privatizzate

– Informatizzazione pubblica e privata
– Creazione di una Commissione Civica che stabilisca uno standard qualitativo per i prodotti televisivi e radiofonici, sulla base del quale stabilire le sovvenzioni statali
– Accesso alla connessione internet veloce a tutti, possibilmente gratuita
– Incentivare la diffusione di copyleft (al posto del copyright), fair use, creative commons, la licenza per Documentazione Libera GNU e open source
– Sostituzione dei sistemi operativi a pagamento con sistemi Open-source (gratuiti) per tutte le amministrazioni e incentivi per il loro utilizzo da parte dei cittadini; una parte del risparmio andrà per la formazione in loco degli amministratori;
– Partecipazione attiva dello Stato alla diffusione della cultura con la realizzazione di un sito web dove poter scaricare tutte le opere letterarie non più coperte dal diritto d’autore, tutti i testi storici e i testi scientifici precedenti al 1936
– Creazione di una web-tv, che trasmetta le sedute del parlamento e del governo e altre attività statali; un terzo del palinsesto restante a disposizione di associazioni e comitati, un terzo delle forze politiche che non posseggono già un mezzo di comunicazione sovvenzionato dallo stato, un terzo di singoli cittadini
– Razionalizzazione della copertura internet del territorio attraverso un accordo con i gestori e rendendo pubbliche, ove possibile, le connessioni internet delle istituzioni statali, per evitare gli accumuli di onde radio ed elettromagnetiche e assicurare progressivamente la copertura wire-less gratuita di tutto il territorio
– Reti WiFi gratuite in parchi e biblioteche, promozione della ricerca sui modelli Wimax, per raggiungere un impatto sostenibile sulla salute dei cittadini
– Collaborazioni con Aeroporti, Ferrovie, ATAC, Musei, etc. per introdurre postazioni informatiche da mettere in rete
– Concessione dell’ultimo miglio, a prezzi controllati

– Sostegno alla Proposta di legge di iniziativa popolare “INTERNET DIRITTO FONDAMENTALE”, per rendere l’accesso alla Rete internet un diritto fondamentale dei cittadini

Share

Discussione (0)

Non ci sono ancora commenti per questo documento.

L'invio dei commenti è stato disabilitato per questo documento.