Latina come esperimento federazione civiche nazionali

Latina come esperimento federazione civiche nazionali

Il comitato spontaneo di “300 per cambiare Latina” tramite Massimo Icolaro ha chiesto a Rete Dei Cittadini, DIM (democrazia in movimento) e a Lista Civica Italiana di federarsi alle prossime elezioni di Latina, allo scopo di far cessare la gestione raffazzonata ed avventuristica di Latina, che ha originato inquietanti inchieste

con sperpero di denaro dei cittadini ai quali viene sempre richiesta immancabile questua.

Il comune è sull’orlo del crac finanziario, Di Giorgi ed i suoi pensano invece a riimpasti che hanno piu il sapore del contentino a turno, per contro i numerosi costosi interventi effettuati dagli attuali amministratori sono sempre incompleti e paiono piu simili a propaganda politica che una gestione oculata della Città.

Il comitato promotore al momento conta una trentina di aderenti e tramite Icolaro hanno chiesto a Sergio Mazzanti, (RDC) Luigi Intorcia (DIM) Italo Campagnoli (LCI) di aderire a questo interessante esperimento, volto a sottrarre il potere a chi ha ridotto Latina al ruolo di cenerentola in ambito nazionale.

L’organizzazione delle varie cariche e dell’organigramma gia studiato nei minimi particolari, oltre alla bozza di programma è stato gia posto in essere e mandato all’esame dei referenti nazionali di cui sopra.

Il 1° febbraio presso il Fusolab di Roma, durante un’assemblea nazionale, l’idea sarà esposta dallo stesso Icolaro agli aderenti di tutta Italia e se trovata interessante puo essere applicata ad altri capoluoghi o città italiane.

 

Share

Discussione (0)

Non ci sono ancora commenti per questo documento.

L'invio dei commenti è stato disabilitato per questo documento.