Bozza: canovaccio intervento incontro Dazero 23.11.12

Bozza: canovaccio intervento incontro Dazero 23.11.12

Alessandro Lunetta parlerà per RETE DEI CITTADINI all’incontro organizzato dall’associazione Dazero, in cui proporranno la creazione di una lista civica per prossime comunali di Roma. Ore 10.00 presso la Facoltà di Architettura Roma Tre, Largo Giovanni Battista Marzi, 10 (Testaccio).

Ci hanno invitato per parlare dell’esperienza di RETE DEI CITTADINI, in particolare per spiegare che vuol dire creare una lista civica. L’intervento dovrebbe durare 10 minuti circa. Riferimenti: Paolo ANDREOZZI e Claudio LOMBARDI.

Saluto. Non abbiamo fatto in tempo a concordare questo mio intervento con il resto dell’assemblea, quindi parlerò a nome mio, ma cercando di esprimere le posizioni di RETE DEI CITTADINI.

Storia di RETE DEI CITTADINI. Nati nel 2009 come progetto per creare una lista civica, che unisca i gruppi e i singoli che vogliono un vero cambiamento. Manifesto di principi. Sempre più consapevolezza dell’importanza del metodo; candidati come portavoce. Continui incontri con gruppi e persone, attraverso cui si è delineato un progetto sempre più coeso, nonostante le diversità. Per una vera lista civica importante mettere subito in chiaro la trasversalità e lontananza rispetto ai soliti schieramenti. La differenza maggiore e più vera tra una lista civica vera e una cosiddetta lista civetta è il candidato che si sostiene. Nel momento in cui si appoggia uno dei candidati dei vecchi partiti non si è più distinti da una delle tante liste create apposta a tavolino dai partiti per ripulirsi un po’. “Civico” vuol dire fuori dagli schieramenti dei partiti e questo è quello che percepiscono i cittadini, soprattutto quelli stanchi della vecchia politica, il cui numero è sempre più grande (e ben maggiore rispetto al 2010).

Questa scelta per noi obbligata, ma comporta delle difficoltà pratiche. Difficoltà di raccogliere le firme necessarie, lotta impari di risorse, ostruzionismo da parte dei mezzi di comunicazione, a volte anche delle istituzioni (es. manifesti abusivi che coprivano i nostri, multe). Per arrivare a dei risultati tangibili bisogna unire l’entusiasmo alle competenze, ma la chiarezza di una posizione netta nei confronti della vecchia politica alla fine paga.

Essersi presentati nel 2010 è stato un miracolo. Ora stiamo cercando di fare il miracolo di eleggere dei consiglieri.

Share Button

Discussione (0)

Non ci sono ancora commenti per questo documento.

L'invio dei commenti è stato disabilitato per questo documento.