da

NEWSLETTER – Importante

7 gennaio 2013 in Bollettini

 

Il referente del gruppo di lavoro Comunicazioni interne invia per trasparenza e condivisione del processo decisionale inoltra questo messaggio sugli sviluppi del progetto RETE DEI CITTADINI Nazionali 2013.

 

 

Messaggio urgente a tutti gli iscritti, sostenitori e candidati di RETE DEI CITTADINI

 

 

Come sapete, da alcune settimane abbiamo accelerato il processo di creazione della nostra lista per le prossime elezioni politiche. I riscontri sono stati molteplici e incoraggianti. Molti si sono riconosciuti nel progetto, hanno sottoscritto il modulo di autocandidatura, hanno dato la propria disponibilità per la raccolta firme, ecc. I tempi sono tuttavia davvero ristretti e riusciremmo, forse, a presentarci solo in alcune regioni con uno sforzo notevole.

 

In questi giorni abbiamo saputo che si presenterà alle prossime elezioni nazionali una lista che aggrega gruppi e persone che in parte già conoscevamo. Si tratta dell’aggregazione tra il MID, Movimento Italiano Disabili, e Movimento Progetto Italia, che è a sua volta un’aggregazione di vari gruppi e liste civiche. Loro sono più avanti con l’organizzazione della raccolta firme e potrebbero tra l’altro aiutarci anche per la presentazione della lista RETE DEI CITTADINI nel Lazio.

 

L’attuale candidata premier da loro individuata, Marina Petrini, è venuta giovedì all’assemblea di RETE DEI CITTADINI Lazio e abbiamo riscontrato una notevole vicinanza di spirito e un grande interesse nei confronti dei nostri temi. I presenti hanno ritenuto opportuno fare il massimo sforzo per unire le forze e cercare di presentare un’unica lista.

 

Domani una delegazione di RETE DEI CITTADINI (Pino Strano e Sergio Mazzanti) si incontrerà con una loro delegazione, tra cui il presidente del MID, per discutere e elaborare insieme una proposta che vi sottoporremo la sera stessa.

 

MID Progetto Italia ha questi punti imprescindibili:

 

  • Totale distacco dagli attuali partiti o coalizioni esistenti con personaggi provenienti dai vecchi partiti

  • I temi sociali del programma del MID

  • Il simbolo

 

Sono disponibili a:

 

  • Inserire nelle liste i nostri candidati (con modalità che discuteremo domani e che voteremo insieme a voi)

  • Valutare un simbolo composito che comprenda anche il simbolo di RETE DEI CITTADINI (basta che rimanga non compromesso il loro simbolo)

  • Inserire nel programma i nostri temi (cominciando dal nostro manifesto, in particolare “Sovranità politica, monetaria e territoriale”)

  • Valutare se far sottoscrivere a tutti i candidati le nostre modalità di candidatura

 

Ricordiamo che RETE DEI CITTADINI potrà decidere di costituire una lista comune solo nel caso in cui saranno accettati i nostri principi.

 

Vista la delicatezza e importanza dell’argomento vi preghiamo di esprimere la vostra opinione, con tolleranza dei possibili diversi punti di vista. Stiamo praticando la democrazia diretta, condividendo un livello del processo decisionale normalmente delegato a pochi intimi. Niente è definitivo e la decisione finale sarà presa secondo la volontà generale.

 

Domani sera, dopo la riunione, manderemo il resoconto della riunione, con i dettagli delle possibili proposte, su cui ci dovremo esprimere con un voto URGENTE.

 

A domani

 

Gruppo di Lavoro “Relazioni esterne”

 

Sergio Mazzanti, Pino Strano, David Rorro

 

Share

3 risposte a NEWSLETTER – Importante

  1. rete dei cittadini dovrebbe muoversi dentro le decisioni della LISTA CIVICA ITALIANA e appoggiare il QUARTO POLO per una Rivoluzione Civile

  2. Ho da tempo compreso che il silenzio sarebbe la soluzione migliore, di parole e di buone intenzioni è piena oramai anche la rete, in politica luogo antesignano di espressione libera della verità “propria”. Ma anche la “rete” è invasa dai rappresentanti della partitocrazia: ne hanno riconosciuto il valore intrinseco di “new media” da praticare…e la confusione aumenta…allora il silenzio appare l’ultimo luogo sacro dell’utopia. Sembra che da quelle parti la democrazia diretta possa compiersi. Vi prego vivamente di riflettere che non potrà mai essere così e i partitocratici lo sanno. Il popolo ben pensante è una brutta bestia perchè sa di essere portatore di verità, di valori, di giustizia, ma con una caratteristica essenziale: ciascuno ha la sua visione e ritiene, su quei principi, di essere portatore sano di una ricetta unica e il cambiamento con la democrazia diretta è l’orizzonte da raggiungere. Io sono con costoro ma so che saremo pochi e inutili e semmai continueremo a parlare di cambiamento, di lotta, de verità dei principi che vorremmo rappresentare con azioni dirette attraverso la conquista di una rappresentanza politica. Come se ciò fosse possibile per l’eternità. Concludo, di utopia si tratta e bisogna trovare il modo di “contare” e per contare occorre fare un passo indietro e trovare aggregazioni forti in grado di trovare rappresentanza. Qui, un consiglio e lo sottopongo alla valutazione dei movimenti che si riconoscono nella democrazia diretta: troviamo modo di aggregare tutti noi in “Rivoluzione Civile” di Ingroia. Se d’interesse vorrei dibattere sul tema. Buona vita a tutti. Giovanni Tomei

  3. Avere “qualcosa” da votare per le politiche sarebbe un bel risultato, ma è da raggiungere senza le caste. Abbiamo una legge terribile che non permette di scegliere da chi essere rappresentati e sappiano ,però, che solo entrando nella stanza dei bottoni è possibile il cambiamento.Mi fido di Pino e di Sergio e elle loro impressioni.Buon lavoro

Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.