Tutti insieme per proteggere il parco del Labaro

3 febbraio 2012 in Ambiente, Appelli

da un gruppo di cittadine e cittadini di Labaro

Siamo un gruppo di cittadine e cittadini di Labaro e La contattiamo per chiederLe appoggio riguardo una controversia sorta nel nostro quartiere sito nella periferia nord di Roma, Municipio XX.

Per costruire un palazzetto dello sport, di proprietà della società sportiva Lazio volley, si vuole privare i cittadini del Parco del Labaro, un “polmone verde” caro a tutti noi in quanto unico ricordo
dell’antica ed unica pineta che sorgeva in questi lidi, nonché scenario del meraviglioso docu-film “Noi e i bambini” di Luigi Comencini.
Ancora una volta i cittadini non sono stati né interpellati né informati circa l’utilizzo di una risorsa comune, infatti siamo venuti a conoscenza del progetto solo dopo aver trovato in loco numerosi
pali di recinzione, istallati per l’avvio di un cantiere non segnalato ufficialmente (ovvero la gente transitava all’interno del cantiere perché nulla segnalava l’avvio dei lavori).

Il progetto, in sintesi, prevede l’eliminazione di ben 103 alberi del Parco del Labaro per far posto a una costruzione in cemento con relativi servizi molto invasivi (vasti parcheggi, strade di accesso agli impianti e ulteriori strutture accessorie) e la cosa più turbante è che questa bellissima oasi verde è stata selezionata perché catalogata come area “degradata.”

A tutela dei cittadini, e dell’ambiente che ci ospita, ci rivolgiamo pubblicamente al Municipio, al Comune di Roma, ai giornali e alle associazioni ambientaliste, non con il fine di fare ostruzionismo fine a se stesso, ma proponendo eventualmente numerosi altri siti, all’interno del quartiere stesso, più idonei ad ospitare il progetto e soprattutto realmente in stato di abbandono e non sede di una splendida pineta.

In un periodo in cui tutti abbiamo capito che la politica del cemento non funziona si è deciso di affrontare questa battaglia di civiltà, credendo nell’appoggio di chi, come Lei, è stato eletto a nostra
rappresentanza e senza dubbio non lascerà inascoltate le nostre parole.

Stiamo attuando una raccolta firme (corredate di numero di documento) che ad oggi (dopo solo una settimana) vanta circa mille adesioni informate e sensibilizzate; chiediamo il Suo aiuto per riuscire a
portare una nostra delegazione al cospetto di un dirigente responsabile del Servizio Giardini del Comune di Roma, che a nostro avviso risulta l’ente deputato a tale tematica.

————–
Gruppo facebook: Salviamo Il Parco Di Colli D’oro

Share Button

Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.