RETE DEI CITTADINI C’E’!

3 settembre 2011 in Ambiente, Chi siamo

di Enza Raso-RETE DEI CITTADINI Lazio
Ieri pomeriggio RETE DEI CITTADINI ha partecipato con entusiasmo ad un interessante incontro organizzato dal comitato Rifiuti Zero Fiumicino.
Erano presenti rappresentanti di vari comitati ed associazioni provenienti da tutto il Lazio: Rifiuti Zero Fiumicino, ass. Non Bruciamoci il Futuro, Comitati Uniti del Lazio, No Corridoio Roma Latina, Riano Pulita, Civitavecchia ed altri ancora.
L’incontro voleva essere il primo di una serie di riunioni tese a costruire un grande movimento regionale di opposizione allo scellerato piano regionale sui rifiuti partorito dalla giunta Polverini che prevede, tra l’altro, l’apertura di sette discariche “provvisorie” di cui quattro nell’estrema periferia romana, due nel comune di Fiumicino ed una a Riano.
Interessante sottolineare come le stesse teste pensanti che hanno partorito il piano regionale rifiuti per il Lazio, abbiano sfacciatamente inserito nel piano il raggiungimento dell’obiettivo previsto per la raccolta differenziata dalla normativa vigente del 65% al 31/12/2012, contemporaneamente alla previsione di 676 ettari di discariche provvisorie ed inceneritori per un milione di tonnellate/anno
Evidentemente sono davvero convinti di poter vendere panzane alla popolazione senza che nessuno gliene chieda conto.
La posta in ballo è il nostro futuro.
RETE DEI CITTADINI appoggia ed auspica senza riserve la creazione di un movimento regionale che riesca ad aggregare in un unico movimento di opposizione, le battaglie locali dei tanti comitati che si battono sul territorio, frammentando in mille rivoli la sacrosanta opposizione ad un piano che riguarda tutti i cittadini indistintamente, a prescindere se essi siano di una zona “salvata” o di una zona al contrario “condannata”.
Inutile sottolineare di nuovo, infatti, che miasmi, nanopolveri, falde inquinate, aria avvelenata, non hanno confini quindi la battaglia non può essere fatta semplicemente per “spostare il problema” un po’ più in là.
Discariche ed inceneritori non vanno spostati, vanno semplicemente “eliminati” dal piano regionale con l’adozione di un vero ciclo virtuoso dei rifiuti che favorisca la Riduzione, il Riuso, il Riciclo e renda inutile inceneritori e discariche ma solo un’opposizione coesa e solidale di tutti i laziali, indistintamente, potrà assicurare questo. RETE DEI CITTADINI c’è.

utile brochure su come ridurre i rifiuti in casa

Share Button

Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.