L’Informazione Libera

28 febbraio 2011 in Appelli, Articoli, Comunicati Stampa, Politica

LETTERA APERTA A CLAUDIO MESSORA dalla RETE DEI CITTADINI

Ciao Claudio,

ti scrivo questa lettera aperta per chiederti cosa pensi succederà dopo che Berlusconi finalmente lascerà il suo scettro.
E’ evidente infatti che ormai la stagione berlusconiana sia al tramonto. Là dove nulla poterono le accuse di corruzione, concussione, concorso in stragi, affiliazione a logge massoniche, conflitto d’interessi, associazione mafiosa e chi più ne ha più ne metta, sembra proprio che alla fine il piccolo Berlusconi si sia giocato definitivamente l’appoggio di chi lo ha costruito ed aiutato in questi 20 anni e che sia arrivato finalmente il cambio della guardia.

Il problema però ora è: con chi lo cambiamo? Chi sarà il nuovo che avanza? BersaniDi PietroCasiniFini? La Lega? Non sei stanco anche tu di assistere a questo triste teatrino che negli ultimi 20 anni ci ha proposto sempre gli stessi immutati e mutevoli burattini? Maggioranza ed opposizione, nel più classico gioco delle parti che in realtà lavorano esclusivamente per mantenere inalterato lo status quo, preoccupati solo di restare abbarbicati ai loro scranni ed ai loro privilegi, dispensandone ai loro soci e togliendoli alla comunità. Una classe politica che non si vergogna minimamente di passare con disinvoltura da una parte all’altra del Parlamento, rinnegando ogni giorno principi affermati il giorno prima.

Un esempio, tra i tanti, la privatizzazione dei servizi pubblici, tra cui l’acqua, che ha cominciato il proprio iter durante il governo Prodi con un disegno di legge firmato da Lanzillotta e Di Pietro. Caduto il governo Prodi, il disegno di legge viene ripreso dall’odierna maggioranza e portato avanti e Di Pietro, vestita l’armatura del prode Lancillotto, promuove una raccolta di firme contro il suo stesso disegno di legge!

Bersani? E’ il leader di un’opposizione che fa le sue campagne elettorali sul gossip, basta guardare i manifesti che invadono le città per capire dove e come spenda i lauti finanziamenti elettorali dei cittadini; che strepita sul conflitto d’interessi ma che quando ne ha avuto l’opportunità non ha mosso un dito, in due anni, per risolverlo (tralasciando, per carità di patria, i suoi predecessori). Lui, che parla di cambiamenti della legge elettorale ma che, ancora, quando ne ha avuto l’occasione ben si è guardata dal toccarla.

Casini? Il più classico degli opportunisti. Per lui stare al centro vuol dire stare un po’ di qua ed un po’ di la. Un colpo al cerchio ed uno alla botte. A seconda del momento. E vogliamo dimenticare Cuffaro, un mafioso? O gli imbarazzanti legami con uno dei potentati più influenti d’Italia, quello dei Caltagirone?

Fini? O si è svegliato da uno stato catatonico che è durato 20 anni o sta semplicemente cavalcando l’onda: ma con quale credibilità può riproporsi dopo aver contribuito a creare quel partito di cartone che è il PDL?.

Vendola? Si, il caro, verde Vendola che appena ha potuto ha svenduto la Puglia ad inceneritoristilobby industrialipreti ‘spretati’.

Sulla Lega non è il caso di spendere parole: i suoi condottieri sono già bravi di loro a mettere in risalto di che pasta sono fatti. Sono i primi ad aver portato la dialettica da bar nell’agone politico, di fatto rendola rozza e villana a colpi di slogan diretti esclusivamente alla pancia della gente. Ricorderai anche tu, certo, quando allarmati gridavano ‘mafioso’ a Berlusconi

Insomma, caro Claudio che vogliamo fare? Noi siamo stanchi di aspettare e soprattutto siamo stanchi di delegare, di farci depredare. Abbiamo capito che siamo tanti, da questa parte della strada. Comitati, associazioni, gruppi, liste civiche, movimenti, singoli cittadini. Siamo migliaia e migliaia e non vogliamo più permettere ai soliti tristi figuri di manipolarci e sfruttarci. Vorremmo che ancheBeppe Grillo si mettesse finalmente seduto a dialogare, smettendo di voler mettere il cappello su tutto e tutti e lasciando da parte i suoi monologhi da profeta. E’ tempo di unire le forze per voltare davvero pagina.

Il 27 febbraio come RETE DEI CITTADINI abbiamo promosso un’assemblea generale aperta per incontrarciconfrontarcicoordinarci e gettare le basi per aggregare le tante realtà del Paese che, stanche di questa casta e al di fuori di qualsiasi partito o leader carismatico, vogliano confrontarsi sul tema: Oltre i partiti: la politica del futuro, metodo e proposte operative.

Vogliamo dimostrare che il dialogo democratico è il modo migliore per costruire insieme una società diversa. Per questo ci vedremo a Roma, al Camping Village FABULOUS, in Via di Malafede, 205. Per tutte le informazioni su chi siamo, sul programma della giornata e tutto il resto, ti rimando al nostro sito: http://retedeicittadini.it/?page_id=8739

Ci farebbe assai piacere se potessi aiutarci ad informare i tuoi lettori di questo evento. Ti siamo ancora grati per averlo fatto in occasione delle scorse elezioni regionali nel Lazio.

Enza, Laura, Sergio e Gianluca (RETE DEI CITTADINI)

SOSTIENI IL 2011 DI BYOBLU

Sono pochissimi i mezzi di informazione che danno visibilità a RETE DEI CITTADINI, nata per contrastare la casta e restituire ogni tipo di sovranità al popolo, e tra questi c’è BYOBLU.COM che ringraziamo per aver raccolto il nostro appello nel post E dopo Silvio Berlusconi…

Share Button

2 risposte a L’Informazione Libera

  1. Non individuo anch’io oggi un candidato alla sostituzione di Berlusconi veramente “nuovo”, che possa finalmente chiamarsi un Politico con la P maiuscola. Forse non è un grande male che ci sia ancora un pò di tempo a disposizione, dato che non credo che Berlusconi se ne vada in “pensione” tanto presto.

  2. Penso che la Rete debba continuare per la sua strada, per la strada che ha intrapreso, portando avanti i suoi programmi e le sue idee, “fregandosene” altamente delle alternative a Berlusconi, perchè, credetemi, sono tutti uguali, sono due facce della stessa medaglia, non c’è il meno peggio. Credetemi.

Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.