sconfitta la dittatura grazie ai social network

23 gennaio 2011 in Articoli, Parliamone insieme, Politica

Tunisia, il racconto di Mohamed: “Abbiamo sconfitto la dittatura grazie ai social network” di Maria Chiara Cugusi, Diritto di Critica

“Un sogno che diventa realtàdopo tanti anni di privazione di libertà di parola e di stampa”. Mohamed, 30 anni, tunisino,  racconta a Diritto di critica la “rivoluzione” del suo paese, soprannominata “del gelsomino”, iniziata il 14 gennaio scorso, “una data che il nostro prossimo presidente dovrà ricordare”, assicura Mohamed.

Una battaglia contro la corruzione, realizzata grazie ai social network che hanno raccontato al mondo le atrocità e le violenze subite dai manifestanti, rompendo il silenzio mediatico imposto dal regime.

Sono stati soprattutto i giovani tunisini “che da anni combattono contro l’ingiustizia sociale ed economica”, a far sentire la loro voce, nelle strade, su twitter e facebook.

“Giovani che avevano smesso di sognare, finché Mohamed Bouazizi, un giovane venditore ambulante di Sidi Bouzid si è dato fuoco”, per protestare contro la disoccupazione e i maltrattamenti subiti da parte della polizia. Un incidente che ha dato il via alle altre dimostrazioni, diffusesi poi in tutto il paese. Leggi l’intervista su Diritto di Critica

Share Button

Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.