Nella vischiosa palude laziale qualcosa si muove…

19 gennaio 2011 in Articoli, Politica, Scelti per voi

… e Marista ve ne scriverà spesso.
dal blog di Marista Urru

Definisco da sempre il profondo Lazio, luogo  in cui vivo da tempo, ma con la sensazione di essere una mosca rimasta invischiata nella colla della melma del sottobosco politico amministrativo, come la mia palude.

È questa regione a me pare, un raccogliticcio della summa di tutti i mali dell’Italia dello sgoverno, benché, come non mi stancherò mai di evidenziare, sussistano sacche preziose di gente ed operatori che, sempre più disperatamente, cercano di ovviare al tracollo prossimo venturo. Ma nella palude laziale si muove qualcosa di nuovo: i cittadini si aggregano ed è nata da tempo la RETE DEI CITTADINI. Sono rimasta a lungo dubbiosa, non voglio assolutamente fare politica, non voglio assolutamente contribuire a cambiare una classe politica con una altra classe politica, ma voglio, ove fosse possibile, occuparmi di quelli che sono i miei interessi, quindi seguirò da presso questo movimento di cittadini che si muove sul territorio che è il mio, e farò partecipi i miei lettori e gli amici delle battaglie di questi cittadini e delle scoperte che certo faremo, comunicando tra noi, del mondo che, malgrado noi, cerca di sovrastarci.

Share Button

2 risposte a Nella vischiosa palude laziale qualcosa si muove…

  1. Grazie Marista! Restiamo collegati!

  2. è proprio cosi, il territorio è nostro, di ciascuno di noi, dobbiamo difenderlo e valorizzarlo, cosi come la nostra salute… non si può piu’ stare a guardare, bisogna PARTECIPARE!

Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.