STABILIMENTI BALNEARI, SENTINELLE DEL MARE

2 dicembre 2010 in Ambiente, Campagna sensibilizzazione, Marzia Marzoli

I fiduciari di un turismo che necessita della salubrità delle acque e di un ambiente Vivibile
che si terrà Sabato 4 dicembre 2010 alle ore 17,30 a Tarquinia, in Via Umberto I n° 42 nella Sala Conferenze del Monastero delle Benedettine, nell’ambito del Convegno PAESAGGI SENSIBILI promosso da ITALIA NOSTRA e S.I.B.

Coordina:
Marzia Marzoli, S.I.B. Tarquinia, Vice presidente regionale

Programma:
Video documentario sul Fiume Marta, fonte di economia e risorsa ambientale strategica del territorio. Come può una ricchezza per l’ambiente, per l’economia agricola e turistica diventare, improvvisamente, un nemico.
Appello alle Istituzioni per il riavvio, non più prorogabile, del tavolo tecnico per una Task Force Ambientale per il risanamento del Fiume Marta a tutela dell’irrigazione agricola e dell’economia turistica e balneare

Questo convegno è stato organizzato dal S.I.B. di Tarquinia per cercare di portare alla ribalta un problema che riguarda tutti i cittadini del comprensorio della provincia di Viterbo, un problema su un tema ambientale, ma che riguarda, anche, la salute e l’economia di tante aziende agricole e turistiche della provincia di Viterbo.

Il problema della balneabilità del nostro mare dipende enormemente dalla qualità delle acque del Fiume Marta, è urgente trovare una soluzione adeguata per ridimensionare i fattori inquinanti.

Solo così sarà possibile rilanciare la località turistica di Tarquinia, con un immediata ricaduta positiva nell’occupazione e negli investimenti delle aziende balneari, fermi da anni.

Quello che vogliamo condividere è l’idea che la responsabilità della qualità delle acque del Fiume e del mare, sono di tutti i comuni che utilizzano il Marta per immettere le acque dei propri depuratori, per non lasciare al sindaco del comune di Tarquinia tutto il carico delle responsabilità e l’onere economico alle aziende balneari di Tarquinia, colpite dal divieto di balneazione.

Tarquinia e la sua comunità non va lasciata sola a risolvere un problema, così grande ma riteniamo sia legittimo ripartirlo tra tutti i responsabili istituzionali: Regione Lazio, Provincia di Viterbo, comuni, enti preposti al controllo.

Vogliamo difendere Tarquinia dalla colpa non vera, di essere una località balneare inquinata, ma di esserlo semmai, a causa di una serie di gravi negligenze, commesse da comuni e da cittadini ignavi di dove finiscono gli scarichi delle loro abitazioni, così come per le attività industriali, agricole e turistiche.

Il video documentario realizzato per l’evento sarà consegnato alle autorità intervenute al convegno insieme all’appello di un riavvio del tavolo tecnico della task force ambientale per il risanamento del Fiume Marta.

I cittadini sono invitati a partecipare.

S.I.B. Sindacato Italiano Balneari Tel./Fax 0766.868888 cell. 335.8272742

Share

Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.