BOLLETTINO N.10 – Nazionale – Ulteriori irregolarità e varie

5 maggio 2015 in Bollettini

BOLLETTINO N.10 – Nazionale – Ulteriori irregolarità e varie
(inviato il 5 maggio 2015 alle ore 19:25)

Il segretario – in rispetto al ruolo che ricopre e con dispiacere – è costretto ad evidenziare ulteriori violenze allo Statuto e al Regolamento.

SI RICORDA A TUTTI CHE IL SEGRETARIO HA LA RESPONSABILITÀ DELL’INVIO DELLE COMUNICAZIONI E SE LE COMUNICAZIONI DA TRASMETTERE INDICANO VIOLENZE ALLO STATUTO O AL REGOLAMENTO È OBBLIGATO A COMUNICARE QUESTE VIOLENZE ED I RESPONSABILI.

1) VIOLAZIONE STATUTO E REGOLAMENTO – ASSENZA ISTITUTO ASSEMBLEARE

Il Tesoriere Sergio Mazzanti in data 05/05/2015 pubblica il Bollettino N.9 non rispettando il Regolamento e lo Statuto. Trattasi di bollettino che comunica in oggetto l’avvenuta Assemblea Regionale del Lazio pubblicato anche dal segretario nel Bollettino N. 8.

Ai fatti non risulta nessun istituto Assembleare del Lazio regolarmente riconosciuto e presidiato da cariche regolarmente elette: Portavoce, Segreteraio e Tesoriere ne con la costituzione di un apposito Coordinamento Regionale formato dai Portavoce regolarmente eletti di ciascun Circolo Territoriale.
Come da Statuto Articolo 4.

2) VIOLAZIONE STATUTO E REGOLAMENTO – INCOMPATIBILITÀ CARICA

Il Sergio Mazzanti in questo bollettino dichiara di essere il Portavoce Regionale regolarmente eletto nel 2013 presentando il Bollettino N.4(IV) di cui si allega il link.

http://www.retedeicittadini.net/blog/2013/03/bollettino-n-4iv/

Dichiarando in questa parte di essere anche membro del Comitato di Garanzia.

Se non erro, nel regolamento generale sezione: INCOMPATIBILITÀ DELLE CARICHE, viene espressamente sancito che la carica di Portavoce Regionale non è compatibile con quella di Garante.

Pertanto ci troviamo di fronte ad un aggravante in merito alla irregolarità dell’assemblea regionale svoltasi il giorno 26 aprile 2015 a Roma e non ad una esimente in quanto sprovvista di regolare Porta Voce.

3) VIOLAZIONE DECISIONI GIÀ UFFICIALIZZATE E OPERATIVE – PROPOSTE NAZIONALI GIÀ SOSPESE DAL 18 MARZO 2015.

Come già spiegato nei precedenti bollettini abbiamo tre gradi assembleari: Territoriale, Regionale e Nazionale e le eventuali Assemblee e votazioni devono essere conformi rispettivamente all’articolo 7 e all’articolo 6 dello Statuto. Con l’esatta individuazione dell’istituto assembleare preposto in piena regola.

Volendo ipotizzare che l’assemblea regionale è in regola (pur non essendola) la discussione e la eventuale messa in votazione delle proposte in essa contenute sono di livello Nazionale.

Pertanto è coinvolto l’istituto Assembleare Nazionale che anch’esso è sprovvisto degli elementari requisiti stabiliti dal Regolamento. Uno tra i più importanti è l’assenza del presidente.

Si Ricorda che l’ex presidente Pino Strano si è dimesso con effetto immediato il giorno 22 aprile 2015 tramite email inviata a info@retedeicittadini.it confermata anche dal Tesoriere Sergio Mazzanti quindi non è più in carica.

Questa situazione ha aggravato lo stato di Emergenza di Rdc attualmente in corso come da BOLLETTINO N.4(VI) Proposte operative. Verso l’Assemblea Nazionale.

http://www.retedeicittadini.net/blog/2015/03/bollettino-n-4vi-proposte-operative-verso-lassemblea-nazionale/
È attualmente in corso un censimento più volte proposto per la regolarizzazioni delle operazioni nazionali ma fino ad oggi nessun iscritto ha comunicato la sua posizione. O quanto meno non è pervenuta al Segretario via email.

Infatti il form preposto per inserire i dati dovrebbe inviare una mail a info@retedeicittadini.net. Ma dalla visione delle mail nessuno ha ancora compilato il form oppure lo ha fatto ma questa informazione non viene inviata alla mail di Rdc.

Gli unici iscritti regolari che ha avuto modo di constatare di persona sono: Pino Strano, Giorgio Tempesti dal vivo oltre alle iscrizione comunicate telefonicamente da Massimo Icolaro.

Questo è un altro motivo che manifesta la volontà di alcuni di scavalcare decisioni già prese e ufficializzate pretendendo di votare e prendere decisioni a livello nazionale senza prima l’adeguata ristrutturazione organizzativa.

La sospensione delle proposte nazionali – come di tutte le attività nazionali – era stata già presa implicitamente al fatto che il Gdl di Emergenza si era costituto per la presa di coscienza che Rdc non era più attiva per carenza di partecipazione.

Altrimenti perché si è ritenuto necessario fare un censimento degli iscritti?

Prima si fa il censimento, poi si riattivano regolarmente le strutture Nazionale, Regionali e Territoriali e poi si riprendono le operatività di raccolta proposte e votazioni su base nazionale quando si ha la certezza dei dati degli iscritti ma soprattutto che le comunicazioni interne tra gli iscritti siano funzionanti e verificate.

Altrimenti questa gestione confusa e non trasparente di tutto il contesto agevolerebbe il predominio dei pochi (sempre gli stessi) sui molti, impedendo a Rdc di evolversi secondo i suoi principi.

Sarebbe doveroso da parte di tutti cooperare in tal senso ma quello che si registra è un gruppo di persone che non rispettano nessuna regola ne tanto meno le decisioni regolarmente prese ed ufficializzate e che regolarmente dovrebbero essere rispettate offrendo cooperazione a chi sta lavorando per la rimessa in attività di Rdc.

Il giorno 18 Marzo si è deciso di fare un censimento per ripristinare il livello Nazionale e ad oggi il censimento (seppur riproposto) non si è completato dovuto anche a comportamenti impropri di taluni iscritti come per esempio Enza Raso che disconosce il regolamento che obbliga l’iscritto a comunicare la sua posizione entro 3 giorni dalla richiesta del Segretario o del Tesoriere.

4)

Si rende noto che il Segretario anche se più volte ha richiesto a chi di dovere il passaggio di tutti gli strumenti operativi come la mailing list per l’invio dei bollettini, le chiavi di autorizzazione al sito per controllare gli utenti in difficoltà con passw e altre richieste espresse sempre in presenza di altri iscritti all’interno del Gdl Emegenza e sui bollettini, queste richieste sono sempre state disattese… tranne quella dell’accesso alla mail ufficiale di Rdc.

Grazie per l’attenzione.

Share

7 risposte a BOLLETTINO N.10 – Nazionale – Ulteriori irregolarità e varie

  1. “Se non erro”… erri, come in tutte le tue interpretazioni dello Statuto, che citi a sproposito… stai facendo uso personale del tuo ruolo di Segretario, stai decidendo per tutta l’associazione…

  2. Questo è il regolamento Sergio:
    http://www.retedeicittadini.net/blog/docs/regolamento-generale/

    Vai alla sezione ORGANI SOCIALI e troverai scritto questo:

    Incompatibilità delle cariche. L’incarico di Portavoce regionale non è compatibile con quello di Garante. Gli incarichi di Portavoce, Tesoriere e Segretario regionale non sono compatibili tra di loro

    Dici ancora che mi invento le cose?

    Ma l’hai letta la mia risposta alle tue FALSITÀ sul BOLLETTINO N. 8 (VI).

    http://www.retedeicittadini.net/blog/2015/05/bollettino-n-8-vi-nazionale-irregolarita-assembleari-e-varie/#comments

    QUELLO CHE È ACCADUTO IN PRESENZA DI DUE TESTIMONI È GRAVE SERGIO, MOLTO GRAVE.

  3. Ok, su questo hai ragione. Mi dimetto da portavoce regionale Lazio di RETE DEI CITTADINI, visto che in questo momento la funzione fondamentale è evitare che il segretario continui a scavalcare l’assemblea. Per fortuna che c’è un comitato di garanzia… Ho già risposto alle cavolate che stai scrivendo sull’assemblea. NON ESISTE NESSUN REQUISITO PER LA REGOLARITA’ DI UN’ASSEMBLEA RETE DEI CITTADINI! L’unico requisito è la pubblicazione sul bollettino, cosa che tu come Segretario non fai. In tutte le tue elucubrazione dimentichi la cosa fondamentale: L’ASSEMBLEA E’ SOVRANA. Mandando i bollettini fregandotene di tutti gli altri iscritti fai la cosa più grave di tutte: TOGLI ALL’ASSEMBLEA LA SUA SOVRANITA’.
    L’associazione deciderà se la mia decisione di pubblicare SOLO E SOLTANTO IL VERBALE DELL’ASSEMBLEA DEL 26 APRILE è stata corretta, e valuterà se rimuovermi da tutti gli incarichi.

    • No Sergio il problema non è il Segretario che sta cercando di scavalcare l’assemblea, la questione è diversa: è un gruppo di persone che ormai è emerso in modo trasparente che vuole strumentalizzare l’assemblea a proprio piacimento.

      Il Segretario si trova nella posizione di difesa e questo gruppo di cui fai parte sta assediando lo Statuto ed il Regolamento anche con modalità meschine.

      Come ho ragione sul fatto del Portavoce stai tranquillo che ho ragione anche su tutto il resto, perchè sono due le fattispecie di violazioni che forse non hai afferrato ancora, non una:

      La prima riguarda tutte le violenze a Statuto e Regolamento che ho ben documentato nel Bollettino 8 e 10 del 2015 di cui ti allego i link:

      Bollettino 10
      http://www.retedeicittadini.net/blog/2015/05/bollettino-n-10-nazionale-ulteriori-irregolarita-e-varie/

      Bollettino 8
      http://www.retedeicittadini.net/blog/2015/05/bollettino-n-8-vi-nazionale-irregolarita-assembleari-e-varie/

      La seconda riguarda l’ostruzionismo alle operatività del Gdl di Emergenza verbalizzate ed ufficializzate con il Bollettino N.4 del 2015 ed il verbale del Gdl di Emergenza in esso incluso che di seguito ti linko.

      Bollettino N.4
      http://www.retedeicittadini.net/blog/2015/03/bollettino-n-4vi-proposte-operative-verso-lassemblea-nazionale/

      Verbale gdl emergenza
      http://www.retedeicittadini.net/blog/docs/verbale-gdl-emergenza-15032015/

      Nei quali si evince lo Stato di Emergenza regolarmente ufficializzato come da Statuto e Regolamento per assenza di partecipazione e nel quale si evincono le operatività in corso riguardanti un censimento – che non si è mai completato – per verificare la regolarità degli iscritti al fine di riattivare con tutti i crismi l’assemblea nazionale e quindi Rdc.

      Pensa che strano Sergio… prima non si vedeva e sentiva nessuno ora che si stanno rimettendo in ordine le cose escono insulti e accuse non motivate alla mia persona oltre ad una serie di violenze al Regolamento, allo Statuto e alle decisioni già prese, verbalizzate e pubblicate sul Bolletino.

      Il sottoscritto a differenza vostra mostra sempre le motivazioni delle accuse, voi no.

      Per voi basta dire che Ernesto è violento senza mostrare una briciola di prova a questa supposta violenza che tutto va bene.

      No Sergio… non va bene per niente.

      Il livello Nazionale Sergio era già stato sospeso in attesa di verificare tutti gli iscritti e le loro regolarità. Era stato stabilito di aspettare prima una bozza di censimento (che a me non è mai pervenuta) e poi organizzare il tutto in piena regola per convocare un assemblea nazionale.

      Dove stanno questi dati degli iscritti pervenuti attraverso il modulo che è stato messo a disposizione con un link nel verbale?

      Io che sono il segretario ancora non ho ricevuto nessun dato da nessun iscritto.

      Prima si verifica chi è iscritto chi no chi è regolare con la quota e chi no… poi si parte con la convocazione di un Assemblea Nazionale per ripristinare l’organizzazione come si era stabilito.

      Decisione presa regolarmente e ufficializzata sul bollettino che hai scavalcanto a piè pari per imporre un’assemblea irregolare. Questo hai fatto.

      Pino Strano al telefono ed in presenza di Giorgio Tempesti mi ha detto che non sa dove vanno a finire le iscrizioni eseguite nel presente modulo che doveva essere compilato contestualmente al versamento della quota annuale.

      Modulo:
      http://www.retedeicittadini.net/blog/richiesta-di-iscrizione-allassociazione-rete-dei-cittadini/

      Un’altro tuo atto gravissimo Sergio è quello di avermi mentito.

      Hai propagandato a tutti con commenti vari che mi avevi messo a disposizione gli strumenti operativi mentre ieri davanti a Pino Strano e a Giorgio Tempesti si è constatato che non era così.

      Solo ieri sera verso le 22 Pino Strano ha verificato che non avevo le autorizzazioni di word press per accedere alla mailing list mentre tu lo stesso giorno andavi a commentare in giro che avevo ricevuto tutto.

      Ti ho lasciato un commento sul Bollettino N.8 in meritò a questo tuo comportamento falso di una gravità inaudita.

      Un Tesoriere che mente mettendo in cattiva luce il Segretario che svolge il suo operato in rispetto dello Statuto e del Regolamento per farlo fuori.

      Questa è l’immagine che ne esce consolidata dalla presenza di due iscritti testimoni quali sono Pino Strano e Giorgio Tempesti.

      Questo è grave Sergio. Molto Grave, su questo dovresti meditare di dimetterti dalla carica di Tesoriere… perchè sai bene che io non chiederò mai la tua espulsione.

      Mi rimetto alla tua coscienza.
      Visto il momento sociale che il nostro paese sta vivendo.

      Non credo che questi spiccioli interessi personalistici possano essere anteposti ad un dramma cosi grande, evidente e impressionante che tutti stiamo vivendo e che solo i ciechi non vedono.

      Er.

  4. Ho avuto vari problemi nella pubblicazioni di commenti e ad intervenire nella redazione partecipata in quanto ciò doveva essere mediato da altri, inoltre chiedo che si ritorni ad una legalità formale e di fatto per quanto riguarda la gestione di RDC, cercando di rinunciare antagonismi deleteri per un piccolo movimento come è RDC.

Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.

Questo sito utilizza cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti ad utilizzare dei cookie. Maggiori informazioni | Chiudi