Sondaggi elettorali, cui prodest?

6 febbraio 2013 in Comunicati Stampa

Sergio Mazzanti, candidato alle elezioni regionali del Lazio con RETE DEI CITTADINI,  denuncia l’uso strumentale dei sondaggi a vantaggio delle formazioni politiche già esistenti e a danno di quelle nuove: “Durante il periodo elettorale tutti i sondaggi, compresi quelli non ufficiali ed amatoriali, dovrebbero riportare per legge tutte le formazioni in corsa e il numero di partecipanti al sondaggio. I sondaggi finiscono per essere un’arma fortissima per mantenere la casta politica e orientare il voto. Le nuove formazioni politiche sono nascoste nella dicitura ‘altri’ e gli elettori vedono dunque solo i soliti partiti e non sanno che esistono alternative come RETE DEI CITTADINI. Deve essere abolita in tutti i sondaggi per legge la dicitura ‘altri’, che costituisce di fatto una grave violazione delle più elementari regole democratiche ed orienta in modo subdolo gli elettori invece di rappresentarne gli orientamenti“.  Il candidato conclude: “non risulta chiaro il modo con cui sono fatti i sondaggi, ufficiali e non ufficiali, ed i loro committenti, non esistendo nessuna norma da rispettare per la loro rilevazione.

Ufficio stampa RETE DEI CITTADINI
rdclazio@gmail.com
www.retedeicittadini.net
3477529602
fax 0694443301

Share Button

Lascia una risposta

Devi essere loggato per inviare un commento.