BOLLETTINO N.7 NAZIONALE – Comunicazioni organizzative, censimento e altro.

28 aprile 2015 in Bollettini

COMUNICAZIONI ORGANIZZATIVE, CENSIMENTO E ALTRO

(inviato martedi 28 aprile 2015 ore 14:40)

PREAMBOLO:

Il segretario Ernesto Melappioni comunica e rende noto che l’associazione Rdc si trova in una situazione di emergenza organizzativa sviluppatasi da una degenerazione partita dalla fine delle elezioni 2013 e scaturita come sintomo cronico con le dimissioni dell’ex Segretario Massimiliano Ciervo.

Si ricorda che l’ex Segretario è stato sollecitato a presentare le dimissioni ufficiali dopo che alcuni iscritti avevano constato che nel web il Ciervo – pur essendo segretario di Rdc -promuoveva il logo di un’altra formazione politica dimostrando di farne parte.

Si ricorda che è stato istituito un Gdl di Emergenza per arginare questa situazione degenerativa e si ricorda che l’ex Presidente Pino Strano aveva più volte lamentato pubblicamente di dimettersi. Si informa inoltre sulla precaria disponibilità temporale della carica di tesoriere ricoperta da Sergio Mazzanti per motivi di lavoro.

Oggi ci ritroviamo in una condizione di stallo non prevista ne dallo Statuto ne dal Regolamento: Rdc si ritrova senza un presidente (quindi un rappresentate legale), senza un organizzazione valida  e con diversi attivisti che stanno operando sul territorio con le spalle scoperte.

Le dimissioni del presidente sono state inviate ufficialmente alla mail di Rdc, confermate dal Tesoriere Sergio Mazzanti e ratificate sul bollettino n.6.

Purtroppo sia lo Statuto che il Regolamento generale non prevedono nessun ritiro delle dimissioni una volta emesse e ratificate.

Pertanto è attivata la procedura di una nuova elezione da farsi con apposita assemblea nazionale.

Si ricorda che allo stato attuale il segretario è impossibilitato a svolgere a pieno le sue mansioni comunicative in quanto non ha a disposizione le chiavi di accesso alla mail ufficiale di Rdc ne quelle del sito per accogliere le lamentele di alcuni iscritti operativi che non riescono a fare login nel nostro principale strumento comunicativo e anche per aggiornare le pagine informative.

Purtroppo, dopo un attenta analisi, ed investito dalla responsabilità che occupo in questo frangente di emergenza chiedo a tutti la massima collaborazione.

Per inizializzare le procedure di un assemblea nazionale con tutti i crismi la segreteria deve essere certa che le comunicazioni siano funzionanti ed efficienti e deve avere una panoramica chiara sulla posizione degli iscritti secondo Statuto: regolarità amministrativa e ruolo ricoperto.

Ricordo pertanto le finalità fondati dell’associazione Rdc descritte nell’articolo 3 che di seguito riporto:

———————————————————————————
Articolo 3) – Finalità

RETE DEI CITTADINI (RdC) è una federazione di associazioni, comitati, liste civiche e gruppi, formali e informali, di singoli cittadini, accomunati dai principi espressi nel Manifesto e dalla volontà di appropriarsi della sovranità popolare per migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini. RdC è un’associazione nazionale su base federativa che opera a livello locale promuovendo Circoli Territoriali (CT).
RdC propone progetti ed iniziative confrontandosi con istituzioni locali, associazioni, gruppi ad essa affini e cittadini, cerca di sviluppare la consapevolezza e l’autoformazione dei cittadini, iscritti e non iscritti, sostiene ove sia possibile le campagne promosse da altre realtà, offre supporto e logistica in un’ottica di coordinamento e integrazione fra gruppi e associazioni.
RdC ha per scopo primario e statutario quello di “mettere in rete”, ovvero riunire e coordinare, gruppi e singoli che si riconoscano in essa, nei sui valori, nel percorso intrapreso, nel confronto come metodo politico.
RdC si propone di sviluppare temi che non trovano spazio sui media ufficiali, divenendo strumento di corretta informazione e veicolo di buone pratiche già sperimentate o da sperimentare, che mirano ad una piena sovranità politica ed economica.
Per raggiungere gli scopi statutari RdC può partecipare direttamente alle competizioni elettorali e/o sostenere la presentazione di liste civiche che rispettino i valori fondanti e il Manifesto di RdC. Le modalità di partecipazione alle elezioni sono descritte nella Sezione Elettorale.

—————————————————————————

Ricordo inoltre l’articolo 4 inerente all’organizzazione territoriale.

———————————————————————————

Articolo 4) – Organizzazione territoriale

L’organizzazione di RdC si articola su 3 livelli di coordinamento:

1) Circoli Territoriali (CT);
2) Reti Regionali (RR);
3) Associazione Nazionale.

RdC promuove la creazione di Circoli Territoriali come luoghi di incontro fra cittadini, iscritti e simpatizzanti, di diversi gruppi e associazioni per discutere e agire nel locale secondo i principi del Manifesto. Ogni CT per essere riconosciuto come tale deve avere un minimo di iscritti a RdC stabilito dal Regolamento Generale. Tra gli iscritti al CT dovrà essere eletto un Coordinatore Locale. Ogni CT partecipa con un portavoce al Coordinamento Regionale. Qualora il Coordinatore Locale non fosse iscritto a RdC si dovrà scegliere un Portavoce tra gli iscritti a RdC del CT.
I CT godono della più ampia autonomia nel rispetto del Manifesto di RdC e possono richiedere di essere riconosciuti come sedi territoriali di RdC; in questo caso anche il Coordinatore Locale deve essere un iscritto e il CT è tenuto al rispetto anche dello Statuto, del Regolamento Generale e dei Bollettini Ufficiali.
La Rete Regionale (RR) è l’insieme dei CT, dei Gruppi Aderenti, degli iscritti e dei simpatizzanti di RdC in ciascuna regione. Ogni RR elegge un Coordinamento Regionale (CR) formato dai Portavoce dei CT e dei Gruppi Aderenti presenti nella regione con un numero minimo di iscritti a RdC stabilito dal Regolamento Generale.
I CR hanno funzione organizzativa, informativa e di raccordo tra i CT di ciascuna regione; promuovono la creazione di CT a seconda delle esigenze locali. Il CR ha il compito morale e istituzionale di tradurre in proposte organiche le esigenze degli iscritti e dei GA e di organizzarla e gestirla dal punto di vista amministrativo e burocratico. Il CR nomina un suo Portavoce. I requisiti minimi per la costituzione di una RR devono essere indicati nel Regolamento Generale. Ogni RR può approvare un Regolamento Locale per organizzare alcuni aspetti della vita associativa, dei CT e delle votazioni in ambito regionale.

—————————————————————————

OPERAZIONE CENSIMENTO

Per queste ragioni la segreteria, investita dall’emergenza in essere, è obbligata a richiedere un rapido censimento degli iscritti che dovranno fornire queste informazioni.

1) Nome, Cognome, Indirizzo, telefono cellulare, email

2) Eventuale regolarizzazione della quota annuale o promessa di pagamento da effettuarsi alla prossima assemblea nazionale.

3) Collocazione territoriale secondo articolo 4 dello Statuto.

4) Genere di operatività politica attualmente ricoperta.

5) Genere di disponibilità operativa da mettere al servizio di Rdc per l’avanzamento delle sue mansioni.

6) Se il collegamento al sito è funzionante o assente e necessita di intervento tecnico.

La segreteria invita tutti gli iscritti a inviare queste informazioni scritte sia alla mail principale di Rdc: info@retedeicittadini.net Sia direttamente al segretario tramite sms al 392 0585419 per sopperire alle attuali mancanze tecniche.

Il censimento partirà con la pubblicazione del presente bollettino e durerà 15 gg a partire dalla data di ricezione delle chiavi di accesso alla mail e al sito (di cui si sta occupando il Tesoriere Sergio Mazzanti) che saranno utili al Segretario per accertare che l’informazione del censimento sia giunta a più contatti possibili.

————————————————————————-

AVVISI:

PRIMO AVVISO

Si ricorda che il sito di Rdc ed il bollettino sono attualmente l’unico organo informativo ufficiale pertanto si necessita da parte di tutti il suo pieno utilizzo nei limiti delle possibilità tecniche.

Chi volesse comunicare informazioni ed è impossibilitato per ragioni tecniche a farlo può inviare un sms al 392 0585419 e la segreteria provvederà a renderle pubbliche attraverso il bollettino specifico.

SECONDO AVVISO:

Si avvisa i responsabili dell’Assemblea Regionale Lazio tenutasi domenica 26 aprile 2015 dalle ore 16:00 alle ore 20:00 presso i locali del fusolab 2.0 di mettere a disposizione della segreteria tutte le informazioni inerenti all’attività svolta tramite apposito verbale con la piena descrizione delle attività, dei ruoli ricoperti, degli argomenti trattati, degli interventi e delle eventuali votazioni, al fine di facilitare la consueta post discussione online di tre giorni.

Si avvisano i partecipanti dell’Assemblea Lazio che i tre giorni di tempo utile per la discussione on-line partiranno solo dopo l’effettiva pubblicazione sul bollettino ufficiale.

TERZO AVVISO

Sono accolte le richieste dell’iscritto Tommaso Orazi sulla formulazione di un coretto sondaggio e per questo motivo la segreteria ha richiesto un censimento per avere una panoramica chiara della situazione al fine di lanciare un sondaggio con tutti i crismi di trasparenza e sicurezza in rispetto di tutti gli iscritti anche di quelli dispersi. Nella fase di sondaggio saranno anche elencati i punti dell’ordine del giorno già accolti inerenti alla chiusura gestionale passata e varie e tutti quelli eventualmente emergeranno.

QUARTO AVVISO

In assenza di una chiara e più coordinata partecipazione operativa sul livello nazionale si comunica che la redazione partecipata del bollettino riguardante l’aspetto nazionale è momentaneamente sospesa fino alla prossima assemblea nazionale per dar spazio alle priorità del caso al fine di raggiungere una più rapida riattivazione organizzativa.

In questo arco di tempo gli iscritti possono comunque promuovere il loro pensiero, le loro idee e quant’altro per migliorare l’attuale condizione nei commenti di ogni Bollettino Nazionale. Salvaguardando in questo modo il dialogo e la cooperazione.

Per quanto concerne le comunicazioni ufficiali sul bollettino di livello inferiore: Circoli Territoriali e Rete Regionali le redazioni continueranno ad essere partecipate ma dovranno portare la specifica di appartenenza a lettere maiuscole pur seguendo la stessa numerazione di protocollo. L’oggetto del bollettino dovrà essere scritto normalmente tipo:

BOLLETTINO N. (X) (TIPOLOGIA TERRITORIALE) – (Oggetto del bollettino)

esempi compilati:

BOLLETTINO N. 7 NAZIONALE – Convocazione assemblea nazionale

BOLLETTINO N.8 CT LATINA – Rapporto indagine acqua

BOLLETTINO N. 9 RR LAZIO – Presentazione ricorso al tar.

Queste saranno le regole provvisorie fino alla prossima assemblea nazionale che serviranno ad ordinare la comunicazione e a favorire gli iscritti operativi che perseguono gli scopi sociali di Rdc e ai quali in questo momento è rivolta la massima attenzione della segreteria visto che sono gli unici anelli di congiunzione con il territorio.

Purtroppo e a malincuore sono costretto a comunicare la realtà della nostra situazione e a chiedervi cooperazione sulle naturali priorità che si creano in circostanze simili, in attesa di scoprire insieme le cause originali di questa crisi per farne tesoro affinché si possano evitare situazioni similari nel futuro.

Vi ricordo inoltre che è responsabilità delle cariche sociali attive ripristinare il livello organizzativo nazionale.

Grazie a tutti per l’attenzione.

Il Segretario Ernesto Melappioni.

 

BOLLETTINO N.6(VI) Comunicazioni Urgenti

25 aprile 2015 in Bollettini

COMUNICAZIONI URGENTI. Inviato alle ore 16:00 del 25 aprile 2015

Il segretario in carica Ernesto Melappioni comunica a tutti gli iscritti che la segreteria ha ricevuto ufficialmente le dimissioni del Presidente Pino Strano inviate in data 22 aprile 2015.

Mi scuso per il leggero ritardo e informo che non ho potuto comunicare questa informazione tempestivamente per questioni tecniche e regolamentari inerenti all’acquisizione di tutto l’equipaggiamento occorrente per esercitare la funzione acquisita quali: chiavi di accesso alla mail, al sito e tutta la documentazione occorrente. Infatti questa informazione delle dimissioni è stata confermata dal Tesoriere in carica Sergio Mazzanti che ha controllato la mail e ha pubblicato il contenuto nei commenti del precedente bollettino pertanto è stata accolta regolarmente.

In attesa che l’intero equipaggiamento mi sia conferito ufficialmente dalle cariche precedenti e visto che ci troviamo in una transizione di evidente emergenza organizzativa, mi farebbe piacere – in questo primo bollettino che pubblico in qualità di segretario – ricordare a tutti le responsabilità di questo ruolo secondo l’articolo 8 del nostro Statuto.

Il SEGRETARIO:

Il Segretario presiede la Segreteria dell’Associazione, la organizza e ne risponde di fronte all’Assemblea ed agli altri organi sociali. Invia i Bollettini Ufficiali e tiene gli originali dei documenti ufficiali. La segreteria è composta da almeno un membro di ciascun CR. La scelta del Segretario, la turnazione e la revocabilità sono disciplinate dal Regolamento Generale.
Pertanto informo che farò del mio meglio – fin quando posso e resto in carica – di rispettare le regole e i vincoli dell’associazionismo di base che vedono tre cariche diverse e complementari cooperare nel raggiungimento dell’obbiettivo associativo. Che in questo caso ed in sintesi, per come già espresso in altri bollettini: il rovesciamento della piramide per l’attuazione dei valori politici ed economici raggiunti con il nostro percorso.

Con questi presupposti informo a tutti gli iscritti attivi che le eventuali comunicazioni di servizio riguardanti la segreteria vengano indirizzate alla mail ufficiale di RDC info@retedeicittadini.net con in oggetto nella mail la specifica in maiuscolo: SEGRETERIA seguita dall’oggetto della vostra comunicazione.

Seguendo le vigenti regole ricordo a tutti che solo i bollettini inviati dal Segretario sono da considerarsi ufficiali nel pieno rispetto della suddivisione dei ruoli fra le cariche associative per garantire l’autenticità nel raggiungimento degli obiettivi sociali preposti dall’associazione.

Presidente – ruolo Politico e legale.

Tesoriere – ruolo Amministrativo

Segretario – ruolo Informativo.

AVVISI:

Sono aperte le candidature alla carica di presidente di RDC. Si prega, in questo frangente di difficoltà tecniche, di comunicarle oltre che per email anche al Segretario e al Tesoriere.
In ogni caso saranno rese ufficiali solo le candidature che saranno pubblicate sul bollettino.

Secondo le rettifiche pervenutemi dal Tesoriere Sergio Mazzanti l’assemblea che si terrà il giorno 26 aprile nei locali del fusolab 2.0 dalle ore 16:00 alle ore 20:00 è stata commutata da livello nazionale a livello regionale.

Si informa che gli iscritti Anna Ricci (RDC Lombardia), Giorgio Tempesti (RDC Lazio) ed Ernesto Melappioni (RDC Lazio) domenica 26 aprile 2015 saranno presenti come portavoce di RDC nel progetto: LA COSTITUENTE 2.0 presso l’auditorium di via Valvassori Peroni 56 come ulteriore tappa di un fermento politico di democrazia diretta e partecipata nato in embrione l’8 giugno 2014 nella sede di RDC a Roma e proseguito per tutta l’estate, l’autunno e l’inverno 2014/2015 con incontri a Roma, Perugia, Bologna, Milano, Firenze.

La segreteria ha accolto la candidatura di Giorgio Tempesti per la carica di presidente.

PROPOSTE:

Ernesto Melappioni propone come data per l’assemblea nazionale domenica 24 maggio 2015. Non solo per fare il punto della situazione, risolvere le richieste in sospeso ed eleggere tra gli eventuali candidati il nuovo presidente ma anche e soprattutto come opportunità di raduno fra tutte le anime del progetto. Magari cucinando e pranzando insieme in un posto immerso nel verde.

Grazie a tutti per l’attenzione.

Ernesto Melappioni.

 

BOLLETTINO N.5(VI) Convocazione Assemblea Nazionale.

21 aprile 2015 in Bollettini

BOLLETTINO N.5(VI) Convocazione Assemblea Nazionale.

inviato il 21/04/2015 alle ore 23:00

COMUNICAZIONI E PROPOSTE

  • - DOMENICA 26 APRILE 2015 nel locali del Fusolab, di Viale della Bella Villa 94 in Roma dalle ore 16.00 alle ore 20.00, E’ CONVOCATA L’ASSEMBLEA NAZIONALE della RETE DEI CITTADINI.
  • - Dichiarazione del presidente Giuseppe Strano:
    La data della assemblea è stata stabilita con un sondaggio nel quale, nonostante la partecipazione limitata,  tuttavia la maggioranza prevalente si è espressa per quella data.
    I tempi stretti di convocazione ufficiale sono comunque parzialmente giustificati sia dalla prevista ridotta partecipazione, che dalla già di fatto ufficiosamente nota  data. Il sondaggio era infatti pubblico e tutti gli interessati presunti ne sono a conoscenza. Per altro, formalmente al momento pochissimi hanno rinnovato la iscrizione e gli iscritti da convocare sono tutti da tempo informati di quella scelta prevalente, tanto che alcuni hanno chiesto di spostare la data per via della sovrapposizione con la iniziativa di “Verso la costituente” che si svolgerà a milano nella stessa data.
    Il presidente non poteva comunque decidere di cambiare la data scelta “motu proprio”,  senza il consenso di tutti coloro che si erano espressi per quella data.
    Quindi ha proposto uno slittamento, che però non ha trovato il consenso necessario. Pertanto la data resta confermata per il 26 aprile.
  • - Si ricorda che la partecipazione è aperta a tutti, come usuale, e che le decisioni saranno prese solo dagli iscritti e regolarizzati. Tale regolarizzazione è possibile utilizzando l’apposito modulo presente nel sito istituzionale di Rete dei Cittadini contribuendo con la quota annuale di € 15.
    LINK MODULO:
    http://www.retedeicittadini.net/…/richiesta-di-iscrizione-…/
    Sarà comunque possibile iscriversi anche in sede assembleare. E’ accettata la partecipazione in delega ad altro singolo iscritto.
    Come consuetudine chi non potrà essere presente potrà partecipare alle votazioni nei 3 giorni successivi all’invio del bollettino con il verbale dell’assemblea, anche per via telematica, sempre se si sia iscritti regolarizzati.
 

sospensione immediata dell’appalto per la costruzione dell’autostrada a pedaggio A12-Roma-Latina e della bretella Cisterna-Valmontone.

29 marzo 2015 in Ambiente, Articoli

Al Presidente della Repubblica Italiana
Sergio Mattarella

Al Presidente del Consiglio

Matteo Renzi

Al Presidente della Regione Lazio

Nicola Zingaretti

Oggetto: Richiesta di sospensione immediata dell’assegnazione gara di appalto per la costruzione dell’autostrada a pedaggio A12-Roma-Latina e della bretella Cisterna-Valmontone.

Egr. Presidenti,

mi rivolgo a Voi, per chiedere l’immediata sospensione della gara d’appalto pere la costruzione dell’autostrada a pedaggio A12-Roma-Latina e della bretella Cisterna-Valmontone, in considerazione del rischio reale, visto anche l’inchiesta “Sistema”, dell’uso improprio delle milionarie risorse pubbliche per fini non trasparenti.

A tal proposito ricordo che:

–  la Magistratura Contabile della Corte dei Conti, solo qualche mese fa, ha rinviato a giudizio 11 persone tra cui l’ex Presidente della Regione Lazio, Storace, l’ex Assessore Gargano, funzionari Regionali e imprenditori per il costo raddoppiato della progettazione: 40 milioni di euro invece di 20;

– il costo totale di 2.728 milioni di euro dell’opera per 14 milioni di euro/Km, risulta estremamente eccessivo;

– le spese per le progettazioni, studi e varianti, fino ad oggi, sono costate all’erario pubblico ben 120 milioni di euro, escluso l’arbitrato di 67 milioni di euro che il TAR in prima istanza ha condannato la Regione Lazio a pagare ai soci privati di ARCEA, non è stato versato solo perché in attesa della sentenza di appello.

Per questi motivi è necessario stornare i 468 milioni di euro stanziati per l’inutile autostrada a pedaggio, per impegnarli nel più efficace ed economico intervento di adeguamento in sicurezza di tutta la SR148 Via Pontina che in oltre 20 anni. in assenza di qualsiasi intervento straordinario ed immediato, ha provocato un drammatico tributo di sangue, con la morte per  incidenti stradali di 600 persone, senza contare le centinaia di feriti e invalidi.

L’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU), l’Associazione Nazionale Costruttori Edili (ANCE) e l’Associazione Costruttori Edili del Lazio, Roma e Latina, le Associazione Ambientaliste Italia Nostra e VASonlus, i Sindaci dei Comuni di Pomezia, Ardea, Cori, Priverno, Formia e il Presidente del IX Municipio di Roma Capitale, le decine di Associazioni e Comitati di scopo presenti nei territori coinvolte/i dal tracciato autostradale, si sono espresse/i contrariamente alla costruzione dell’autostrada a pedaggio e favorevolmente all’adeguamento in sicurezza della SR148 Via Pontina.

Certo di un Vostro immediato e positivo riscontro, invio i più sinceri e cordiali saluti,

Tommaso Orazi​

 

BOLLETTINO N.4(VI) Proposte operative. Verso l’Assemblea Nazionale.

18 marzo 2015 in Bollettini

BOLLETTINO N.4(VI) Proposte operative. Verso l’Assemblea Nazionale.

inviato il 18/03/2015 alle ore 02:00

 

Si è tenuta il 15/03/13  la seconda riunione del gruppo di lavoro strordinario GDL EMERGENZA. E’ stata una riunione molto operativa (leggi verbale on line) da cui sono scaturite le seguenti comunic-azioni e proposte.

COMUNICAZIONI E PROPOSTE

  • - Il presidente Giuseppe Strano dichiara aperta la prima fase di verifica e regolarizzazione delle iscrizioni invitando gli interessati, entro 10 giorni dalla data di emissione di questo bollettino, ad usare l’apposito modulo presente nel sito istituzionale di Rete dei Cittadini contribuendo con la quota annuale di € 15.
    LINK AL MODULO: http://www.retedeicittadini.net/…/richiesta-di-iscrizione-…/
    - Questa fase servirà a stabilire una prima base certa di iscritti con diritto di voto sulle decisioni, specialmente quelle necessarie alla buona e condivisa organizzazione della Assemblea Nazionale. Il giorno 28/03/15 il sondaggio per la decisione della data sarà chiuso, e la data della Assemblea comunicata a tutti.
    – Questa iniziale prima fase di iscrizione viene comunicata a tutti gli ex iscritti, utilizzando il presente bollettino inviato via email e pubblicato sul sito.
    Inoltre lo stesso viene diffuso anche sulla pagina facebook e via mailing list.
    – Gli iscritti regolarizzati avranno quindi diritto di voto su tutte le proposte che saranno formulate dagli altri iscritti operativi già in regola a partire dal bollettino successivo.
    – In particolare in questi dieci giorni il gdl emergenza elaborerà un proposta sintetica di programma nazionale, su cui gli iscritti regolarizzati voteranno.
    Ovviamente le proposte potranno essere emendate e modificate dagli stessi iscritti regolarizzati.
  • - Ernesto Melappioni rinnova le sue proposte già esposte nei canali ufficiali.
    Propone per la questione degli “amministratori” degli strumenti comunicativi di livello nazionale come: sito, pagine e gruppi presenti su internet nei vari social network di affidare le chiavi amministrative di primo livello esclusivamente ai rappresentanti legali in carica: Presidente, Segretario e Tesoriere. I quali fungeranno da custodi della sicurezza ed unici esecutori delle eventuali cancellazione di membri, post e/o documenti in genere secondo il volere delle assemblee preposte ed in base ai regolamenti.
  • - Inoltre Ernesto Melappioni propone di chiudere regolarmente ed in piena trasparenza tutte le posizioni dei conti correnti di iscritti privati per la raccolta delle donazioni o quote associative e successivamente aprire nuove posizioni in conti intestati direttamente all’associazione, unica personalità giuridica rappresentate del bene comune di RDC, affidando la responsabilità di gestione di questi strumenti esclusivamente al Tesoriere in carica.
    Nel caso in cui – tale operazione per motivi economici non sia possibile -tutta la gestione monetaria dovrà pervenire alla responsabilità del tesoriere in carica che regolarizzerà le informazioni in appositi strumenti telematici aperti a tutti gli iscritti regolarizzati.
  • - Giorgio Tempesti – in qualità di responsabile pubbliche relazioni esterne pro-tempore – sollecita le operatività al fine di presentare al più presto a nome di RDC un quadro di soluzioni operative come richiesto dalla costituente italiana che sta lavorando per la formazione di una federazione nazionale democratica e diretta, al fine di far valutare le intenzioni di RDC a tutti i partecipanti come tra l’altro sta già avvenendo.
    A questo proposito invita a scgleiere un data per  l’Assemblea Nazionale differente dal 18 e 19 Aprile per non sovrapporsi con l’importnte incontro nazionale previsto per il 19 Aprile a Milano.

VOTAZIONI

  • La proposta di Ernesto Melappioni di rendere obbligatoria la partecipazione alla prossima assemblea che è stata contestata da vari iscritti (Alessandro Lunetta, Tommaso Orazi, Enza Raso, Sergio Mazzanti) viene temporaneamente ritirata dal proponente dalla votazione.
  • E’ in corso il sondaggio per la scelta della data in cui tenere la Assemblea Nazionale di RETE DEI CITTADINI. Chi vuole può esprimere la sua preferenza seguendo questo link. Il sondaggio verrà chiuso alle 24.00 del 28/3/15.

 

 

————

Ricevi questo Bollettino in quanto iscritto alla RETE DEI CITTADINI, alla nostra Newsletter o a una delle mailing list regionali.

Le proposte e comunicazioni si considerano accettate se entro 3 giorni non vengono contestate da nessuno, in caso contrario si passa alla discussione, direttamente tra i commenti di questo Bollettino oppure mandando un messaggio a info @ retedeicittadini.net .

Puoi partecipare direttamente alla stesura del nuovo Bollettino. (leggi le Istruzioni per l’uso)

LEGGI L’ULTIMO BOLLETTINO!